mercoledì 12 agosto 2015

Ricamo su telaio medioevale

Ho iniziato il mio primo lavoro sul telaio. Devo dire che le sorprese sono molte!
La prima difficoltà è stata il capire come legare la stoffa al telaio e qui si apre un discorso lunghissimo che provo ad abbreviare in questo modo :
Io sono una ricamatrice ma anche una rievocatrice e questi due ambiti non sempre coincidono, possono aiutarmi in un certo senso collaborando tra loro ma spesso si scontrano, questo telaio ne è un esempio.
Come ricamatrice dovrei considerare il telaio in modo pratico, che mi faciliti il lavoro e secondo le esperienze dei telai che già conosco.
Come rievocatrice devo avere la sensibilità di chiudere gli occhi e dimenticare le conoscenze acquisite, e avere l'umiltà di aprire la mia mente ad una conoscenza del passato...quindi il telaio deve essere fedele anzi, fedelissimo, a quello del quadro del 1476 da cui l'ho riprodotto!
Avendo guardato nei minimi dettagli quel dipinto sono certissima che questo telaio ha i buchi nei lati lunghi e alcuni tiraggi in quelli corti ma senza che essi passino nei buchi. Inoltre la stoffa in ogni lato è sotto la struttura di legno. Licenze poetiche del pittore? Può essere ma come rievocatrice devo aggrapparmi a questi dettagli certi per realizzare il mio telaio senza metterci libere interpretazioni!
Il risultato è incredibile...dopo aver fissato la tela, e disfatta ogni volta che sentivo nascere un'idea migliore della precedente, ora sono in grado di lavorare in modo veloce e preciso. Non solo, ma grazie a questo metodo sto esercitando la mano sinistra! Infatti nel quadro non capivo perchè la mano sinistra della ricamatrice non si vedesse...con la pratica ho capito benissimo! E' un lavoro di mani, di entrambe le mani, al 50 e 50.
Onestamente mi rendo conto che ho ancora moltissima strada da fare, sto continuando a studiare, a cercare sui libri...non so dove questa strada mi porterà ma sono certa di essere all'inizio e il mio cuore si riempie di gioia sapendo quanto ancora ho da imparare!

Nessun commento:

Posta un commento