lunedì 16 luglio 2012

Io e il ricamo

Ricamo a punto croce, ho fatto corsi di patchwork e altre bellissime tecniche, ma solo per avere la finalità di chiudere alcuni miei lavori crocettosi in pannelli o cuscini. Il punto croce è la mia grande passione e lavorando diverse ore al giorno ho deciso di non approfondire nessun'altra tecnica di ricamo per non dover dividere il già poco tempo libero a mia disposizione.

Ricamo su lino, emaine o lugana prediligendo dunque stoffe con tramature il più regolari possibili.
Come matassine uso DMC ma ricamo ad 1 solo filo...lo so che qualcuna a questo punto potrebbe storcere un pochino il naso, già vi immagino farlo, giacchè forse sono una delle poche a pensarla così, ma dovete sapere che lo faccio da moltissimi anni e il motivo è solo questo: i colori scuri lasciano appena intravvedere la tela chiara sottostante, un leggero difetto che appena ti allontani crea un magnifico effetto paragonabile a piccole pennallate, una delicata sfumatura che nei miei lavori vittoriani conferisce un'aria "di antico". Forse una foto non darà lo stesso effetto ma se vi capiterà l'occasione di venirmi a trovare o di vedere i miei lavori dal vivo, potreste essere d'accordo con me.

Gli schemi che decido di ricamare hanno al 90% soggetti vittoriani, prediligo i bambini e per loro scelgo tele chiare come un bianco burro, un ecrut, a volte oso qualcosa di più scuro ma solo se il bimbo ha un abitino bianco e desidero farlo risaltare dalla tela.
Ricamo anche dame: amo i vestitoni ampi della L&L, o a volte mi perdo nella magia di fate e folletti come quelli della Nimue o della Mirabilia. Tuttavia questi ricami sono per me dei punti di passaggio da un vittoriano all'altro. Amo eseguirli su stoffe dipinte a mano, sempre lugana o emaine.
Infine ho da poco una passione per i monocolori che "sanno di vecchio" con cui amo decorare cuscini e oggetti per la casa.

Chi mi conosce non si stupisce più del fatto che ricamo sempre ed ovunque: se sono in vacanza, se sono in alta montagna...ovunque ci sia del tempo per riposare è per me un'ottima scusa per tirar fuori qualche lavoro e crocettare vicino a mio marito che legge un bel libro!

Nessun commento:

Posta un commento